ninesquared
Top3 MEN | Gennaio 2018

Continua il format di Stories targata ninesquared. Ogni mese potrete votare l'MVP assoluto, il miglior Giovane e la miglior Sorpresa della SuperLega Italiana di Pallavolo Maschile. La Crew di ninesquared vi porterà a conoscere meglio questi tre campioni, andando ad incontrarli di persona.

Ecco la ninesquared Top3 Maschile di gennaio 2018

ninesquared

ninesquared Massimo Max Colaci

 

“Oh Puglia, Puglia mia, tu Puglia mia. Ti porto sempre nel cuore quando vado via” cantava Michele Salvemini, in arte Caparezza, nella sua “Vieni a ballare in Puglia”. Potrebbe scrivere, riscrivere e sottoscrivere nuovamente questa frase anche Massimo “Max” Colaci, pugliese di Gagliano del Capo.

 

Cresce nella società della sua città, Pallavolo Falchi Ugento ed il suo primo allenatore è tale Ascanio Colaci e sì, è suo padre. Allenatore che si rivelerà, poi, il più significativo per Max e non solo per il legame padre-figlio. Dopo un primo periodo ad alzare palloni, l’altezza non certo elevata, lo spingono a perfezionare il fondamentale della difesa e della ricezione: libero.

 

La carriera di Max non decolla presto come molti altri atleti i cui curriculum parlavano già in tenera età con presenze in serie A. Max no, Max a diciassette anni è in serie C. Con i Falchi Ugento gioca fino a 22 anni scalando i campionati minori arrivando fino alla serie B1. Dopo un anno in B1 Corigliano, ai tempi in serie A1, bussa alla sua porta di casa: si sbarca tra i professionisti. Un anno da protagonista nonostante la retrocessione mentre l’anno seguente la sua permanenza in terra calabra durerà fino ad ottobre prima del fallimento della società.

 

Non tutti i mali vengono per nuocere ed alla sfortuna del fallimento arriva la fortuna chiamata Verona. Si abbandona il mare e si va nella città scaligera. Sotto la guida di Alberto Giuliani prima e Bruno Bagnoli poi, Massimo cresce ulteriormente. Passa il tempo e con esso si evolve anche la pallavolo: la FIVB che vuole stare al passo con i tempi inserisce la regola del cambio volante del libero. Decisione che si rivelerà fondamentale per Massimo che viene subito preso dall’Itas Diatec Trentino di Radostin Stoytchev, per alternarlo con Andrea Bari. Nel primo anno dei sette alle pendici del Monte Bondone colleziona una vittoria di Coppa Italia, una Champions League ed un Mondiale per Club. Nel 2013 con la partenza di “Baretto”, Max diventa unico libero migliorandosi anche nel fondamentale di ricezione.

 

Successo porta successo e la convocazione in nazionale non si fa attendere. Il suo debutto avviene il 13 giugno 2014 in una serata polacca all’arena di Katowice. Max viene messo in campo da Berruto nel secondo set della sfida persa poi al tie break contro i padroni di casa polacchi. Con la maglia azzurra vince una medaglia di bronzo all’Europeo nel 2015, argento in Coppa del Mondo 2015 e bronzo alla World League 2014 ed una splendida medaglia d’argento alle scorse olimpiadi di Rio de Janeiro. Dopo un lungo percorso a Trento, città che ha dato il natale anche al suo primogenito Andrea, avuto con la moglie Marisa, da quest’anno Max difende i colori ed i palloni della Sir Safety Perugia. Quest’anno la società umbra è tornata a vincere trofei alzando la Supercoppa Italiana e la Coppa Italia… coincidenze?

Con uno splendido mese, il miglior giocatore ninesquared di gennaio è Massimo Colaci.

 

IL SUO GENNAIO IN NUMERI:

2 ace subiti su 97 ricezioni

49,4% positive, 26,8% perfette

 

ninesquared

 Toncek Stern ninesquared

Prendete una nazione con pochi abitanti in più di Milano, prendete il numero di atleti che praticano sport a livello professionistico in questa nazione, il risultato non può che lasciarvi a bocca aperta. Questa è la Slovenia: una nazione nelle cui scuole le ore di educazione fisica non vengono sottovalutate e l’attività fisica è considerata di prima necessità nella formazione di un ragazzino.

 

Toncek Stern, classe 1995, inizia la propria carriera pallavolistica nella società della cittadina in cui muove i primi passi di vita: a Slovenska Bistrica, nelle file del Murexin Slovenska Bistrica. Nel 2013 si trasferisce al Calcit Kamnik e nonostante la giovane età si conquista da subito il posto da titolare. Chi mai avrebbe scommesso un euro su un primo anno così? Nessuno; eppure Toncek a suon di attacchi vincenti viene subito consacrato come uno dei giovani più interessanti del paese. Ma non solo premi individuali, mette al collo la coppa nazionale mentre viene ,poi, sconfitto in finale di campionato dagli acerrimi rivali dell’Ach Volley.

 

Il nome di Toncek risuona sempre più in quei tempi in Slovenia ma si inizia a parlare di lui anche all’estero grazie ai 24 punti messi a referto agli ottavi di finale di Challenge Cup contro il Lokomotiv Kharkiv. La maglia della nazionale slovena non può che essere sua e subito all’europeo u20, nel 2014 arriva oltre al quarto posto di squadra anche il titolo di miglior schiacciatore della competizione.

 

Il salto in nazionale maggiore non si fa attendere ed il debutto arriva contro la Croazia nel luglio 2015. L’allenatore della nazione fu un tale Andrea Giani, che in quel periodo allenava anche la Blu Volley Verona in Superlega. Non è un caso se dallo scorso anno Toncek milita nella società scaligera.Ha sempre sfruttato ogni occasione per dimostrare il proprio valore e non è stato da meno in questa stagione a Verona sotto la guida di un mantra come Nikola Grbic. Per molti è stato una vera e proprio piacevole rivelazione, per chi lo conosce bene sa le potenzialità di questo ventiduenne sloveno.

 

IL SUO GENNAIO IN NUMERI:

72 punti: 9 muri, 8 ace, 55 attacchi

51,7 % di media in attacco, 14,4 punti a partita

ninesquared

 Andrea Argenta ninesquared

Famiglia di sportivi la sua. La fortuna di avere un padre direttore tecnico del settore giovanile di Verona non può che portare te figlio a vedere esclusivamente un pallone da pallavolo. Vero in parte, però, visto che il fratello minore, Federico, ha scelto il basket. Andrea no però: nato nella città di Giulietta e Romeo non vi poteva essere innamoramento migliore tra lui e la pallavolo.

 

A Verona inizia a giocare in seconda media e il suo ruolo è quello di palleggiatore. Ci pensa poi Marco Bonitta a spostarlo di ruolo per sfruttare al meglio i suoi 205 centimetri di altezza. Da palleggiatore ad opposto, storie già sentite…Il primo suo viaggio è quello che lo porta a Treviso, alla Ghirada, quartier generale della Sisley Treviso. Una garanzia quanto a settore giovanile sotto gli occhi di Michele Zanin.

 

Non dura molto il suo “soggiorno” a Treviso perché le vicissitudini della società veneta portano Andrea a sposare il progetto del Club Italia. Con il progetto federale parte dalla serie B2 ed arriva fino all’ultimo anno di A2 con Michele Totire in panchina.Nella stagione 2016/17 veste la prima divisa da professionista, quella di Potenza Picena, in serie A2 come opposto titolare. Un anno memorabile per Andrea che non ci mette molto a far capire a tutta Italia il suo potenziale. Al termine della stagione il titolo di top scorer del campionato e di miglior giovane under 23 è suo: 643 punti in 28 partite, 22,9 punti a partita … tutto questo a soli 20 anni.

 

Da quest’anno gioca nella società più blasonata d’Italia, l’Azimut Modena sotto la guida di Rado Stoytchev. Il consiglio più spassionato che si può dare ad un giovane è di sfruttare al meglio ogni occasione, così ha fatto Andrea. Dopo un girone d’andata in cui ha messo raramente il piede in campo, un infortunio a Sabbi ha fatto sì che toccasse a lui la sostituzione. “Nemo propheta in patria” calza a pennello ad una vicenda sportiva perchè Andrea la sua prima “partita perfetta” con il conseguente premio di MVP dell’incontro lo vince proprio contro Verona, la sua Verona. La giornata seguente contro i campioni d’Italia in carica ha messo a referto 15 punti con un mostruoso 78% in attacco.

IL SUO GENNAIO IN NUMERI:

37 punti: 1 muro, 5 ace, 31 attacchi

58,3% di media in attacco

ninesquared

Questa era la ninesquared Top3 Maschile di gennaio 2018.

Se vuoi vincere prodotti ninesquared in anteprima assoluta partecipa alla votazione della ninesquared Top3 il prossimo mese, verrà estratto una persona a sorte.

ENTRA ANCHE TU NELLA CREW DI NINESQUARED!

Indietro Avanti

Scopri la collezione Spring | Summer 2018 per Lei

DONNA

Scopri

Scopri la collezione Spring | Summer 2018 per Lui

UOMO

SCOPRI